Crea sito

Displaying posts published in

ottobre 2011

L’esempio islandese

Recentemente l’economista Paul Krugman ha commentato l’uscita dell’Islanda dal programma del Fondo Monetario Internazionale. L’FMI ha dichiarato che il programma si è concluso con successo, e Krugman asserisce che l’Islanda è rientrata nei mercati capitali e che “la sua società è integra”. L’economista spiega questo successo in tre punti: il disconoscimento del debito (default), i […]

La Grecia dovrebbe dichiarare default e abbandonare l’euro

La Grecia è bloccata in un circolo vizioso di insolvenza, scarsa competitività e una depressione sempre più profonda. Aggravato da una draconiana austerità fiscale, il debito pubblico sta andando verso il 200 per cento del prodotto interno lordo. Per sfuggire, la Grecia deve iniziare adesso un default ordinato, uscire volontariamente dalla zona euro e tornare alla dracma. Il recente accordo […]

Crescita, decrescita e stabilità

Dal punto di vista dell’economia capitalista, la causa di buona parte dei problemi che ci troviamo ad affrontare è la mancata ripresa, ovvero l’assenza di crescita, che in altre parole significa che il PIL delle nazioni più ricche non aumenta ed anzi, molti prevedono una prossima ricaduta in recessione dell’economia mondiale. Ma il PIL, cioè […]